Appartamenti in affitto Abbiategrasso: chi paga la provvigione all’agenzia?

L’incontro tra le richieste del proprietario e dell’affittuario si concretizza in un contratto che prevede la remunerazione del lavoro svolto dell’agenzia immobiliare di Abbiategrasso o altre città a cui era stato affidato l’immobile.

A chiarire i dubbi di tutti i locatari e i locatori degli appartamenti in affitto su Abbiategrasso o altrove ci ha pensato la giurisprudenza. Essenzialmente l’agente immobiliare ha diritto alla provvigione quando le parti concludono la transazione, anche quando il contratto viene firmato a incarico scaduto o la transazione non si completa per colpa di una delle due parti in causa (salvo che non ci siano motivazioni serie).

Chi si deve far carico della provvigione?

La Legge è molto chiara anche rispetto la suddivisione e la modalità della copertura del compenso alle agenzie immobiliari di Abbiategrasso o altre città. Il mediatore immobiliare ha fatto leva su tutte le conoscenze del settore e le strategie di marketing per portare a termine il proprio incarico in maniera indipendente e neutrale rispetto alle parti in causa. È per questo che il suo lavoro deve essere pagato con una provvigione che spetta sia al locatario che al locatore, anche se la regola generale può essere modificata.

Il proprietario di una casa in affitto di Abbiategrasso, per esempio, può porre tra le condizioni del contratto il vincolo per l’affittuario di sostenere le spese riguardanti il compenso all’agente immobiliare, anche se di fatto non gli ha assegnato alcun incarico e non ha preso accordi con lui. Di fatto, quindi, l’inquilino che non rispetta l’obbligo trasgredisce alle condizioni imposte dal proprietario e di conseguenza al contratto.